figure

Paolo Campiglio

L’attività di Francesco Somaini in collaborazione con gli architetti è precoce e s’innesta nel dibattito di sintesi delle arti postbellico. L'itinerario milanese delle opere dello scultore comasco nelle architetture del capoluogo lombardo testimonia le differenti fasi della sua parabola creativa, dalle prime opere postcubiste (come "il Grande Motivo" al Padiglione Soggiorno del 1954), ai numerosi mosaici pavimentali realizzati negli edifici di Luigi Caccia Dominioni, fino all'evoluzione in senso naturalistico della seconda metà degli anni Sessanta esemplificata dal Monumento ai Marinai d'Italia del 1967.