L’edificio in progetto ha sostituito il notevole edificio degli architetti De Pas, D’Urbino e Bozzoli realizzato all’inizio degli anni settanta e destinato a casa di riposo per anziani israeliti. L’edificio era stato oggetto di alterazioni nel corso degli anni e si trovava in uno stato di degrado, in particolare per quanto riguarda le strutture, da non permetterne il recupero.

Planivolumetrico
Pianta piano interrato
Pianta primo piano

Per questo motivo, seguendo anche l’indicazione della Commissione Paesaggio del Comune di Milano, si è stabilito di riservare una parte dell’atrio di ingresso per conservare la testimonianza del fabbricato sopraccitato, che raccoglie, accanto ad un plastico della casa di riposo rappresentato secondo il progetto originario, disegni, fotografie ed una sintetica cronistoria delle vicende legate alla sua costruzione. Il nuovo edificio residenziale è di nove piani fuori terra, per un totale di 19 appartamenti, più tre piani di autorimessa interrata, per un totale di 76 box. Il piano terreno, dedicato a servizi condominiali, tra cui un’area fitness, dà su un giardino ricco di piante ad alto fusto. Le facciate in pietra sono caratterizzate da ampi loggiati schermati da grigliati metallici scorrevoli. I grigliati metallici di grandi dimensioni (mt.1,45 x mt.3,30) non appoggiano sui balconi, ma su guide molto sottili in modo da costituire un vero e proprio curtain wall indipendente dalla retrostante struttura in cemento armato.

Sezione
Dettaglio dei balconi
Dettaglio dell'atrio

Tutte le unità immobiliari sono dotate di impianti di riscaldamento, condizionamento e ventilazione meccanica, del tipo centralizzato; la gestione di tali impianti avviene mediante un sistema autonomo di regolazione e contabilizzazione dei consumi. Il riscaldamento è realizzato tramite un sistema di pannelli radianti a pavimento, che garantiscono un’ottimale distribuzione del calore, mentre l’impianto di condizionamento estivo è di tipo canalizzato, a tutto vantaggio dell’impatto estetico.

Render
Render
Render

Il sistema di ventilazione meccanica garantisce un ricambio costante dell’aria, offrendo ambienti salubri in qualsiasi periodo dell’anno e ottimizzando il rendimento energetico dell’intero edificio [Testo tratto dalla relazione a cura di Beretta Associati e MAB Marotta Basile Aquitectura].



Crediti

Studi coinvolti


Studio Castiglioni - Strutture        
General Planning s.r.l. - Impianti e VVF        
Land Milano s.r.l. - Verde        

Progettisti

Beretta Associati in collaborazione con Mab Arquitectura        

Collaboratori

Arch. Federico Aldini, Arch. Davide Turri        

Imprese costruttrici e Consulenze varie

Impresa Mangiavacchi e Pedercini S.p.A.        
 

Leone XIII

Milano, Pagano

Edifici per residenza libera

Beretta Associati, MAB Marotta Basile Arquitectura

Immobiliare Ippoleone Srl
dati generali

1.889,00 m²


584,00 m²


1.304,00 m²


2.946,00 m²


31

superfici per funzione

2.946,00 m²


2.946,00 m²

avanzamento lavori


2010


2014

fonti