Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Area riservata Registrati

/in primo piano

/archivio notizie

Bandi

Reinventing cities: i vincitori
22/05/2019

Un nuovo quartiere sostenibile e inclusivo allo scalo di Greco, un teatro delle terme che recupera l’edificio storico delle Scuderie de Montel, un edificio green per la ricerca oncologica in via Serio, un ostello innovativo in viale Doria.

Annunciati il 22 maggio 2019 i 4 progetti vincitori di “Reinventing cities”, il bando internazionale lanciato dal Comune di Milano insieme a C40 per trasformare siti inutilizzati o in stato di degrado in spazi di rigenerazione ambientale e urbana.
Il criterio di selezione chiave dei progetti è stata la qualità delle proposte, in grado di promuovere soluzioni innovative in termini di efficienza energetica, componente green, nuovi servizi, architettura, metodi di costruzione e finanziamento. Oltre a rigenerare 4 luoghi in diverse aree strategiche della città, l’alienazione consentirà al Comune di introitare complessivamente circa 7,3 milioni di euro.

Di seguito il racconto dei quattro progetti vincitori per i siti milanesi, che verranno presentati dai rispettivi team domenica 26 maggio, a partire dalle 18.30, nel corso di un incontro pubblico alla Triennale di Milano promosso dall’Amministrazione comunale.
Per quanto riguarda il quinto sito candidato al bando, il Mercato di Gorla, a fronte di alcune candidature pervenute nella fase iniziale, non è seguita alcuna offerta economica e pertanto non è stato assegnato.

Scalo Greco – L’innesto
Si chiama “L’innesto”, il progetto vincitore (con l’offerta economica di oltre 4,8 milioni di euro) per lo scalo di Greco di proprietà di Ferrovie dello Stato italiane, presentato da Investire SGR S.p.A. insieme ai progettisti Barreca & La Varra, Arup Italia S.r.l. e altri. Un vero e proprio quartiere di social housing a Milano, il primo in Italia a zero emissioni, che si svilupperà sulla superficie dello scalo di circa 73.500 metri quadrati e di questi, il 72% verrà destinato a verde, spazi, percorsi pedonali e attrezzati ad uso pubblico. Saranno 400 i nuovi alloggi di housing sociale (60% in locazione e 40% in vendita convenzionata agevolata) e 300 i posti letto per studenti, per un totale di circa 1500 nuovi residenti, prevalentemente di età compresa tra i 24 e i 44 anni. Grande valore è dato ai concetti di comunità e inclusione: spazi e cucine comuni, laboratori, la portineria di quartiere, il distretto dell’economia circolare. Prevista anche un’App di quartiere dove i residenti potranno trovare le informazioni relative ai servizi a disposizione. 

Scuderie de Montel – Teatro delle Terme
“Teatro delle Terme” è il progetto che porterà a nuova vita le storiche scuderie de Montel di San Siro. Il team multidisciplinare guidato dall’ATI Teatro delle terme si è aggiudicato il ripristino della palazzina liberty con una proposta (offerta economica 1,2 milioni di euro) che coniuga la volontà di preservare gli edifici storici delle scuderie con le potenzialità offerte dalla presenza di acque termali nel sottosuolo e la progettazione di un vasto parco urbano.
L’edificio delle scuderie verrà restaurato e completato secondo il gusto dell’epoca e dotato di caratteristiche di alta tecnologia per il risparmio energetico. Al suo interno verranno ospitate le nuove terme di Milano cui si accederà attraverso un’area verde ad uso pubblico di circa 1.700 metri quadrati dotata di vasche d’acqua, sedute e spazi adatti ad ospitare mercati ed esposizioni.

Via Serio – Vitae
Per via Serio, a sud dello scalo Romana, vince il bando il progetto Vitae, un luogo dedicato alla ricerca scientifica in campo oncologico, che coniuga la tradizione delle antiche certose alla sostenibilità e all’efficienza energetica. Vitae è presentato da Covivio con lo studio Carlo Ratti associati, Habitech, Fondazione Politecnico di Milano e IFOM e interessa un’area di circa 5mila metri quadrati.
Il progetto presenta l’idea innovativa di compenetrazione tra spazio pubblico e privato e si compone di un nuovo edificio e una piazza verde ad uso pubblico destinata a diventare nuovo punto di ritrovo nel quartiere che ospita già Symbiosis e la Fondazione Prada. L’offerta economica di Covivio sevelopment S.p.A. è stata di 5 milioni di euro, a fronte di una base d’asta di 2.059.600 euro.

Viale Doria – Coinventing Doria
È Coinventing Doria, presentato da Rete fra Imprese B smart con un’offerta economica di 1.073.555 euro, il progetto che ridisegnerà il tratto di via Doria compreso tra viale Brianza e via Giovanni da Palestrina, oggi adibito a parcheggio pubblico a pagamento, trasformandolo in un ostello aperto alla ricettività nazionale e internazionale dotato di ampi spazi d'interesse ed uso pubblico. L’intervento prevede la realizzazione di un edificio di nove piani con affaccio su una nuova piazza. Al piano terra della struttura troverà spazio il bar, elemento aggregativo centrale per i cittadini esterni e per gli ospiti dell’ostello, dotato di camere di varia misura per un totale di 280 posti letto.

Maggiori informazioni sui progetti sul sito del Comune di Milano: https://www.comune.milano.it/-/reinventing-cities.-i-progetti-vincitori-del-bando-di-c40

Condividi