Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Area riservata Registrati

/in primo piano

/archivio notizie

Mostre

Giancarlo De Carlo e l’ILA&UD: una frontiera mobile
11/06/2019

In occasione del centenario della nascita dell’architetto e urbanista Giancarlo De Carlo, gli architetti milanesi hanno organizzato una mostra ricca di materiali originali e inediti che si snoda tra disegni, fotografie, taccuini di appunti e testi vari.
Ingresso libero e gratuito, fino al 12 luglio.

Giancarlo De Carlo e l’ILA&UD. Una frontiera mobile.
Il Laboratorio Internazionale di Architettura e Urbanistica dal 1976 a oggi.
Ordine e Fondazione Ordine Architetti PPC della Provincia di Milano
via Solferino 17 – Milano
mostra aperta sino al 12 luglio 2019
da lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.00
Ingresso libero e gratuito (1 cfp per la visita)

In occasione del centenario di Giancarlo De Carlo (1919-2005), l’Ordine Architetti di Milano presenta la mostra Giancarlo De Carlo e l’ILA&UD: una frontiera mobile. La rassegna è il cardine di una maratona di sei-mesi di iniziative pubbliche – fatte di incontri, conferenze e dibattiti con ospiti internazionali – che si concluderanno a dicembre con la pubblicazione di un nuovo volume edito dalla Fondazione dell’Ordine e una speciale serata conclusiva.

L'esposizione, aperta il 22 maggio, si snoda attraverso numerosi materiali originali e inediti - disegni, fotografie, taccuini di appunti e testi vari, che insieme a riproduzioni e registrazioni audio e video, fa della ‘casa degli architetti milanesi’ il luogo dove riscoprire l’esperienza di De Carlo all’interno dello ILA&UD.

Il 12 dicembre 2019 ricorre il centenario della nascita di Giancarlo De Carlo.

Uno tra i suoi più significativi lasciti è il percorso formativo costruito nel corso dei decenni dall’ILA&UD, l’International Laboratory of Architecture and Urban Design, istituito nel 1976 su impulso dell'Università di Urbino allo scopo di promuovere studi e ricerche nel campo dell'architettura e dell'urbanistica, attraverso la cooperazione tra università, scuole e istituti operanti nei vari settori della disciplina.

Nell’ILA&UD si composero relazioni importanti tra architetti da tutto il mondo, furono coinvolti nei workshop progettuali i migliori docenti e studenti delle università internazionali, trovarono spazio temi straordinariamente attuali quali la partecipazione, il riuso, il paesaggio, il rapporto città/territorio, la complessità del tessuto sociale, le questioni identitarie. Nomi come Aldo Van Eyck, Peter Smithson, Charles Moore, Ralph Erskine, Renzo Piano, Gae Aulenti, Donlyn Lyndon, Georges Candilis e Balkrishna Doshi rappresentano solo alcune delle personalità che presero parte ai laboratori.

Dal 12 luglio, la mostra diverrà itinerante presso università, centri culturali e altri Ordini italiani, riproponendo il tema del ‘salto di confine’ operato su grande scala da quella che fu la ‘frontiera mobile’ dell’esperienza De Carlo-ILA&UD.


la realizzazione della mostra è stata possibile grazie al contributo di 
Zintek Srl

Partner tecnico
DVS-IMPIANTI di Fabio Dimo

grazie a
Biblioteca civica d’arte Luigi Poletti di Modena

Con il patrocinio di
Comune di Milano 

Rassegna stampa:
Archiportale 1 aprile 2019
Architetto.info 20 maggio 2019
Casabella 20 maggio 2019
Casabella aprile 2019
ElleDecor 1 aprile 2019
Exibart 20 maggio 2019
IoArch.it 21 maggio 2019
Living.Corriere.it 1 aprile 2019
Pambianco 1 aprile 2019
PassioneDesign 1 aprile 2019
Professione Architetto 14 maggio 2019
Professione Architetto 28 marzo 2019

Condividi