Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Area riservata Registrati

/in primo piano

/archivio notizie

Milano che cambia

Forme di terziario e città contemporanea
30/06/2015

Il nostro Atlante delle trasformazioni si arricchisce di quattro nuovi edifici, alcuni conclusi da tempo, in cui si evidenziano diverse modalità di intervento all'interno del tessuto edilizio esistente: completamento, riqualificazione, integrazione e nuova costruzione isolata.
Materiali affini, il vetro in particolare, per esiti molto diversi fra loro.
Quattro studi milanesi con esperienze e sensibilità diverse, esprimono approcci contemporanei all'isolato urbano che mostrano l'importanza di ragionare a scala urbana, pur senza regole urbanistiche vincolanti.

Quattro diverse forme di relazione con il paesaggio attraverso cui emerge come la disontinuità può essere giocata non solo in forma di eccezione, ma anche di sapiente cucitura.

Edificio per uffici via Siusi di GIUSSANIARCH.



L'intervento, che riguarda il completamento dell'isolato urbano e della cortina edilizia compresa tra Via Siusi, Via Tolmezzo e Via Deruta, ospita uffici e un centro elaborazione dati, e va ad inserirsi in un lotto "a ventaglio" precedentemente occupato da un discontinuo sistema di preesistenze.

Edificio per uffici Dolce & Gabbana dello studio Piuarch.



La sede per uffici e showroom di Dolce&Gabbana di via Broggi, rappresenta il risultato di un processo di consolidamento e recupero di due edifici adiacenti e collegati tra loro: un edificio degli anni venti ed un edificio degli anni sessanta su cui è stato realizzato un nuovo involucro di facciata.

Ex Istituto Sieroterapico Milanese a cura di Dante O. Benini Architects



L’ex Istituto Sieroterapico Milanese è localizzato su un'ampio isolato del tessuto storico a sud della città, tra la circonvallazione esterna di viale Liguria ed il Naviglio Grande. Oltre alle opere di recupero delle palazzine esistenti,  l'intervento  è caratterizzato dalla costruzione di nuovi edifici che - a detta dei progettisti - rappresentano tre “bolle” di vetro tagliate da solai, "...che si inseguono planimetricamente nell’area".

Nestlè Headquarters dello studio Park Associati.



L'edificio, che fa parte del più ampio Comparto D4 Milanofiori Nord di Assago, pur sviluppandosi su pianta compatta si articola in più corpi, in una composizione ottenuta grazie alla suddivisione in "scatole sospese" di diversa dimensione e altezza e una leggera inclinazione delle facciate.

Per segnalare nuove aree, scrivete a: milanochecambia@ordinearchitetti.mi.it

Condividi