Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Area riservata Registrati

/in primo piano

/archivio notizie

Premio

Festa dell'Architetto 2017: i vincitori
06/12/2017

Il 2 dicembre 2017 sono stati assegnati i Premi della 5° edizione della “Festa dell’Architetto 2017”, promossa dal CNAPPC insieme agli Ordini provinciali degli Architetti e il MAXXI: “Architetto Italiano 2017” e “Giovane Talento dell’Architettura italiana 2017”, "Premio alla Carriera"


Vediamo i premiati:
“Premio Architetto italiano” assegnato allo studio “caravatti_caravatti architetti” di Emilio Caravatti, Matteo Caravatti, Chiara Gugliotta, Elena Verri, con il progetto Jigiya So’ – Centro di riabilitazione psicomotorio realizzato a Katì, nella Repubblica del Mali.
Dal comunicato stampa: un’architettura autentica quella proposta dallo studio monzese e, secondo le motivazioni della giuria presieduta da Andreas Kipar, “rispettosa non solo dei luoghi, ma anche dei contesti sociali nei quali si inserisce”. Esempio emblematico ne è il progetto Jigiya So’ – Centro di riabilitazione psicomotorio realizzato a Katì, nella Repubblica del Mali “dove con poche risorse disponibili è stata realizzata una architettura essenziale, capace di dare forma ad una funzione nobile come quella del Centro”.

“Premio Giovane Talento dell’Architettura 2017” assegnato a Elisabetta Gabrielli, con il progetto del Molo di Askim – Goteborg che, oltre a vincere il Premio Giovane Talento, ha ottenuto la Menzione d’Onore per la categoria “Opere su spazi aperti, infrastrutture e paesaggio’.
Dal comunicato stampa: un tema quello del molo, “molto importante per il rapporto tra terraferma e acqua, un approfondimento della connessione tra natura e cultura approcciato in maniera architettonica” senza mai dimenticare la funzione sociale dell’architettura. Il Molo, infatti, prevede percorsi alternativi per consentire ai bagnanti con impedita capacità motoria la discesa in acqua.

L'architetto Gabrielli è iscritta al nostro Ordine e nel maggio 2016 ha partecipato al Pecha Kucha Milan #12 ospitato presso la nostra sede: questo il video della presentazione: 

A Cino Zucchi, iscritto al nostro Ordine, è stata assegnata la Menzione Speciale "Premio alla Carriera” per il nuovo centro direzionale Lavazza a Torino, per “quale grande interprete dell’architettura del novecento italiano che con la sua proposta progettuale per il nuovo centro direzionale della Lavazza a Torino riesce a stabilire un equilibrato rapporto tra il tessuto esistente e la nuova architettura inserita”. Il progetto mostra, infatti, grande attenzione per la storia della città e del quartiere, così come per la storia e la cultura dell’azienda.

Il riconoscimento di “Architetto Onorario” a Paolo Baratta, Presidente della Biennale di Venezia, per il prestigio mondiale della Biennale di Architettura quale vetrina per celebrare il contributo reale e duraturo che l’architettura di qualità offre all’umanità.

Menzioni d’Onore
Per la categoria “Opere di restauro o recupero”: Markus Scherer per il progetto di restauro e recupero del Corpo “C” del Forte di Fortezza (BZ);
Per la categoria "Opere di allestimento o di interni": studio C+S, di Carlo Cappai, Maria Alessandra Segantini per Aequilibrium 15th, installazione disegnata per la 15a Biennale di Architettura di Venezia.
Per la categoria “Opere su spazi aperti, infrastrutture e paesaggio"Elisabetta Gabrielli per il progetto Molo di Askim – Goteborg, “Premio Giovane Talento dell’Architettura 2017”.

Maggiori informazioni sui progetti premiati e menzionati visitare il seguente link.

Comunicato stampa scaricabile qui.

Condividi
caravatti_caravatti architetti, Jigiya So’ , Katì, Repubblica del Mali Elisabetta Gabrielli, Molo di Askim, Goteborg Cino Zucchi ,Nuovo centro direzionale Lavazza, Torino Markus Scherer, Restauro e recupero del Corpo C del Forte di Fortezza (BZ) C+S, Aequilibrium 15th, 15a Biennale di Venezia