Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Area riservata Registrati

/in primo piano

/archivio notizie

Concorrimi

#concorrimi: nuova scuola innovativa a L’Aquila
17/07/2018

Proclamato il progetto vincitore del concorso di progettazione internazionale (‘La scuola che vorrei’) bandito dal Comune de L’Aquila attraverso il bando-tipo Concorrimi, in collaborazione con gli Architetti di Milano. Sorgerà al posto dell’attuale MUSP.

I concorsi, e in particolare concorrimi – commenta Paolo Mazzoleni, presidente dell’Ordine Architetti Milano - che abbiamo concesso con entusiasmo al Comune de L’Aquila, dimostrano ancora una volta di non essere conflittuali con le esigenze di tempi stretti. E di potersi integrare perfettamente con processi aperti e partecipati, che, qui come in altre situazioni, coinvolgono le energie del territorio".

Il masterplan, frutto di un laboratorio partecipativo che ha coinvolto cittadini, bambini, personale scolastico – continua l’arch. Mazzoleni - prevedeva la realizzazione di un polo scolastico che comprendesse scuola dell’infanzia, primaria e secondaria. Sostenibilità ed efficienza energetica, apertura alla comunità in una sorta di ‘civic center’, spazi flessibili per molte attività – di laboratorio, scolastiche, ludiche e di relax – aree dedicate a riunioni collettive e feste: sarà un polo scolastico esemplare”.

È lo studio Set Architects di Roma (composto da un team di under 35: Lorenzo Catena, Onorato di Manno e Andrea Tanci con Marco Tropeano e Clara Tambasco) ad aggiudicarsi (provvisoriamente, in attesa delle verifiche amministrative del caso) il concorso per la progettazione di un nuovo polo scolastico a Sassa, frazione dell'Aquila.

Set Architects, selezionati tra i 191 concorrenti attivati, hanno presentato una proposta che consiste in 5 padiglioni in legno disposti a scacchiera nel parco verde, in modo da dar vita a piazze tematiche fruibili anche dai cittadini.

Il luogo prescelto si trova tra i centri storici delle frazioni di Sassa e Pagliare, in un'area circondata da campi agricoli, oggi in parte occupata dal Musp. I vincitori concepiscono il nuovo polo come una ‘fabbrica del sapere’, come una nuova centralità capace di offrire nuovi servizi e luoghi di aggregazione. È il concetto, ormai diffuso, della scuola come centro civico e l'impianto planimetrico è al servizio di questo principio. Si ottiene così un'alternanza di spazi aperti pubblici, semi-pubblici e privati. Ciascuno dei cinque padiglioni ha una sua individualità funzionale.

Un padiglione ospita la palestra, un altro la scuola d'infanzia, un altro ancora la primaria e poi ci sono la scuola media e al centro un edificio multifunzionale. Quest'ultimo, pensato come uno spazio ibrido e flessibile, contiene l'auditorium, la caffetteria e la mensa. Tra gli edifici si sviluppa un sistema di piazze nel verde che possono essere utilizzate dai cittadini negli orari extrascolastici. Il cuore pubblico della scuola è la piazza del benvenuto, che accoglie gli studenti per indirizzarli nei vari edifici per mezzo di percorsi all'aperto o protetti da porticati. C'è poi la piazza della conoscenza, ispirata alla piazza italiana, dove incontrarsi, socializzare o bere un caffè sotto il porticato del bar.

L’evento sismico del 6 aprile 2009 ha gravemente danneggiato gran parte del patrimonio edilizio scolastico dell’intera città rendendolo inagibile o inadeguato all’uso e costringendo gli utenti a trasferirsi, per la prosecuzione delle attività didattiche, nei Moduli ad Uso Scolastico Provvisori (MUSP). Per il territorio della frazione di Sassa, l’Amministrazione Comunale di L’Aquila si propone di realizzare un nuovo polo scolastico, in grado di accogliere tutti gli studenti delle scuole che, prima degli eventi tellurici, erano dislocate in diverse sedi all’interno del bacino della frazione Il progetto del nuovo polo si propone di costituire un modello per una moderna ed efficace edilizia scolastica.

A tal fine è stato avviato un articolato percorso partecipativo che, sotto la guida di Mario Cucinella, ha prodotto un masterplan, con la partecipazione di “ActionAid International Italia Onlus” e “ViviamolAq”. L’intervento sarà realizzato nella frazione di Sassa, circa 10 km a ovest del centro di L’Aquila, in Via Duca degli Abruzzi (adiacente al MUSP di Sassa, che come gli altri sarà dismesso) a un’altitudine di circa 675 metri s.l.m..

Completate le operazioni di costruzione del nuovo polo, tutti gli utenti ospitati nei vari edifici scolastici attualmente esistenti nel territorio saranno accolti nel nuovo polo scolastico.

Il costo massimo dell’intervento da realizzare di € 7.285.668,44 e un importo massimo per le opere di € 6.056.400,00.

Si considera un fabbisogno per il nuovo polo scolastico di Sassa pari a 120 bambini per la scuola d’infanzia (4 sezioni, per ca 800 mq di superficie), 250 bambini per la scuola primaria (10 classi, per ca 1.890 mq di superficie), 150 bambini per la scuola secondaria di I° livello (6 classi, per ca 1.650 mq di superficie).

La dimensione minima del lotto adibito alla realizzazione del nuovo polo scolastico, nel rispetto della succitata normativa di settore, è pertanto di complessivi 12.723 mq, mentre la superficie complessiva necessaria per la costruzione del nuovo plesso risulta pari a ca 4.360 mq.

Il vincitore del concorso riceverà un premio di € 23.650,00 - da considerarsi come anticipazione sugli onorari dei successivi livelli di progettazione - (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).
Al concorrente risultato secondo classificato è riconosciuto un premio di € 11.800,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).
Al concorrente risultato terzo classificato è riconosciuto un premio di € 7.900,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).
Ciascuno dei successivi 2 concorrenti riceverà un rimborso spese di € 1.970,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).

Link al concorso concorrimi: https://www.lascuolachevorrei.concorrimi.it/

***

#CONCORRIMI
Concorrimi è il primo sistema concorsuale telematico in Italia. Piattaforma web e sistema procedurale realizzato dall’Ordine Architetti Milano, concorrimi semplifica le procedure concorsuali nel segno della trasparenza, dell’anonimato, della partecipazione aperta, della certezza dei tempi e dei risultati, del risparmio economico e dell’immediatezza gestionale e logistica.
www.concorrimi.it

 

Condividi