Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Area riservata Registrati

/in primo piano

/archivio notizie

Ordine

PGT – Un progetto di città
01/10/2018

Un progetto di città.

Punti di vista sulla revisione del Piano di Governo del Territorio del Comune di Milano

Il Comune di Milano ha in fase di pubblicazione i documenti per la revisione del PGT, che propongono nuovi obiettivi per la città del 2030. Ordine e Fondazione organizzano un incontro aperto di discussione con gli iscritti (14 novembre 20.30-22.30) su tali documenti, a partire da alcuni punti di vista sui temi di rilevanza urbana e di pubblico interesse per il progetto di città.

Obiettivo dell’incontro è offrire un’occasione di discussione sul Piano che sia specifica di Ordine, che si distingua da iniziative già attivate e/o in corso (“C’è Milano da fare”, il dibattito accademico, gli incontri di presentazione del Comune presso i Municipi, le discussioni più orientate, ecc.) e che fornisca un servizio agli iscritti per riflettere su questioni della città (metropolitana) soprattutto dal punto di vista della professione, che in vari modi (interdisciplinari e transcalari) usa, interpreta, legge, ecc. il Piano. L’incontro di novembre si focalizzerà su tre elementi: transcalarità, interdisciplinarità e qualità urbana come indispensabili punti di vista attraverso i quali confrontarsi coi contenuti del Piano.

La proposta dell’incontro sul Progetto di città ha presupposto l’organizzazione di tre tavoli preparatori (tra settembre e ottobre) come momenti di discussione presso la sede dell’Ordine con professionisti, iscritti all’Ordine e conoscitori della realtà milanese da diversi punti di vista. Lo spirito è quello di raccogliere commenti circostanziati e costruire dei suggerimenti che partono dalla specifica posizione dei progettisti professionisti.

Il primo tavolo, svolto a fine settembre, ha affrontato l’argomento della transcalarità, approfondendo i nodi relativi alla mobilità, alle periferie, alle reti ecologiche, al verde urbano, ai grandi progetti territoriali, agli accordi metropolitani.

I prossimi tavoli preparatori, nel mese di ottobre, si concentreranno su interdisciplinarità (occupandosi tra l’altro di housing, mercato e settore immobiliare, commercio e produzione, ambiente, energia, innovazione dei servizi) e qualità urbana (occasione per esaminare temi quali il paesaggio urbano e metropolitano, il progetto urbano, quello edilizio, lo spazio pubblico, la mobilità lenta).

A breve saranno pubblicate le modalità di iscrizione e partecipazione.

Condividi