Il Comune di Milano, Assessorato alla Cultura e Musei, Assessorato allo Sviluppo del Territorio e Arredo Urbano, ha bandito un concorso di progettazione in due fasi, a procedura aperta, avente per oggetto il restauro e risanamento conservativo nonché la proposta di allestimento interno all’edificio di piazza del Duomo, chiamato Arengario, confinante con Palazzo Reale e di un nuovo Museo del Novecento, destinato ad ospitare le collezioni d’arte del Comune di Milano dal 1900 al 1975 circa.

Le superfici utili risultavano di circa mq 6000 fuori terra, mq 2500 interrati e mq 500 di sottotetto, per un totale di mq 9000.
Il Museo doveva prevedere:

• spazi espositivi per circa 1000 opere delle collezioni civiche di arte del sec. XX (mq 5000);
• spazi per depositi (per altre 2000 opere) (mq 2000) • servizi tecnici e impianti (mq 1000) • spazi per ingresso al piano terreno con ampie possibilità di informazioni ai cittadini e ai turisti (con le funzioni dell’attuale ufficio turistico), con negozio/libreria e con piccola caffetteria (mq 500);
• spazi per piccole mostre e piccoli eventi (mq 500).

Elaborati richiesti
Per la partecipazione alla prima fase del concorso si richiedeva la formulazione di idee progettuali per l’intervento, da illustrare attraverso i seguenti elaborati:

• N.1 tavola in formato “A0”, con supporto rigido, contenente una planimetria generale dell’area di progetto, in scala libera, ed ulteriori disegni a scelta del concorrente (estratti della pianta in scala maggiore, sezioni, schizzi, dettagli ecc.).
• Relazione dattiloscritta, in duplice copia, contenuta in un massimo di 3 cartelle (fronte e retro), formato “A4”, da non più di 2000 battute ciascuna, oltre l’eventuale copertina e una diapositiva (nel formato 35 mm) della tavola in duplice copia.

Per la partecipazione alla seconda fase gli elaborati richiesti comprendevano quanto previsto per la composizione del progetto preliminare ed in particolare:

• Tav.n1 planimetria generale, sezioni e prospetti dell’edificio con l’inserimento del progetto e delle proposte di connessione con Palazzo Reale, in scala 1: 500 • Tav.n.2 planimetria dei singoli piani con le indicazioni del percorso espositivo e la disposizione delle opere in scala 1: 200, nonché degli elementi fondamentali dell’allestimento.
• Tav.n.3 elaborati grafici (piante, prospetti e sezioni) descrittivi delle soluzioni architettoniche proposte per le differenti funzioni, dettagli costruttivi utili alla comprensione di eventuali tecnologie costruttive o di particolari modalità di allestimento degli spazi museali, in scala 1:200 - 1:100 - 1:50.
• Tav. n.4 prospettive, assonometrie o qualsiasi altra rappresentazione idonea a illustrare le scelte progettuali, in scala libera.
Premi

1° premio: Euro 67.139.40

A tutti i progettisti selezionati Euro 15.493,71


Milano, Duomo

2000

realizzato

Comune di Milano

Concorso di progettazione con prequalificazione
cronologia


28.03.2001


13.11.2000

composizione giuria

Arch. Achille Castiglioni, Presidente
 
Alessandra Mottola Molfino Direttore della Direzione Centrale Cultura e Musei, Sport e Tempo Libero del Comune di Milano
 
Antonio Acerbo, Direttore della Direzione Centrale Tecnica del Comune di Milano
 
Maria Teresa, Fiorio Direttore delle Civiche Raccolte d’Arte Comune di Milano
 
Arch. Pierluigi Nicolin, Direttore della rivista “Lotus International”
 
Sandra Pinto, Direttrice Galleria Nazionale d’arte Moderna, Roma
 
Pierluigi Missio, Rappresentante CNA
 
Lucia Matino, Conservatore della Civica Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Comune di Milano
 
Giovanni Oggioni, Direttore dell’Ufficio Concorsi del Comune di Milano
 
Paolo Simonetti, Settore Pianificazione e Progettazione Urbana del Comune di Milano

premi

1° premio: Euro 67.139.40

A tutti i progettisti selezionati Euro 15.493,71

allegati
fonti

23.05.2013


08.01.2014