La soluzione planimetrica prevede otto edifici di appartamenti disposti a mezzaluna intorno a un parco privato interno di 4,5 ettari, fulcro della composizione

La forma incurvata delle residenze si apre a sud-ovest e le abitazioni sono orientate nel pieno rispetto dei principi bioclimatici e della direzione dominante dei venti. Lo sfruttamento delle componenti naturali permette di ottenere ottimali condizioni di illuminazione e di ventilazione sia a livello urbano che edilizio ed è anche il presupposto per ridurre i consumi energetici in fase di gestione.
“Questa precisa figura architettonica non è ispirata al modello delle Crescent Housing o delle città-giardino” ha spiegato Foster. “Ogni luogo richiede infatti una forma specifica. Nella fattispecie, la geometria curvilinea aperta in direzione sud-ovest si adattava meglio alla ricerca di un rapporto dialettico con il paesaggio, di un’ottimizzazione di scorci e visuali tra spazi interni ed esterni, e alla ventilazione interna del complesso.
Inoltre, la richiesta che ho voluto soddisfare maggiormente è quella del verde, non un semplice decoro, ma l’anima stessa del progetto. La forma ellittica dell’architettura, gli edifici sollevati su pilotis rispetto al livello del parco, gli ingressi controllati, i sentieri interni favoriscono la creazione di un giardino interno protetto e a misura d’uomo”. [Norman Foster]


Residenze Ellisse

Milano, Rogoredo

Edifici per residenza libera

Foster and Partners

Milano Santa Giulia spa
dati generali


117.633,00 m²

superfici per funzione
avanzamento lavori
fonti