Il progetto si inserisce nel piano urbanistico di riqualificazione dell’area Montecity- Rogoredo all’interno di regole di disciplina progettuale elaborate per tutti i diversi progettisti in modo da ottenere il maggior ordine compositivo pur nella diversità dei singoli interventi.
Il piano urbanistico prevede una lottizzazione con destinazione d’uso residenziale sia ad edilizia libera che convenzionata. Per entrambe le destinazioni è stato previsto uno schema planivolumetrico che, in particolare per gli edifici in edilizia convenzionata, prevede la perimetrazione dei lotti con gli edifici di nuova costruzione in modo da creare corti interne poste a quota sopraelevata rispetto al piano strada per occultare il garage seminterrato.
All’interno di queste indicazioni, comunque fortemente vincolanti, si è cercato di sviluppare la progettazione architettonica nel senso della maggior attenzione possibile per ottenere la migliore qualità della vita per gli utilizzatori finali.
Per questo si è curato in modo attento la creazione di spazi esterni cortilizi e porticati interpretandoli come luoghi di aggregazione e socializzazione, mentre per ogni unità abitativa si è cercato di avere una dotazione di balconi e logge tale da garantire vivibilità anche per unità immobiliare con superfici limitate.

Le grandi balconate sono sempre in continuità con zone giorno comunque importanti, ottenute attraverso un’attenta ricerca progettuale volta ad ottimizzare la distribuzione degli spazi interni riducendo i vani accessori e di collegamento.
La stessa attenzione nella ricerca di ottenere all’interno di indicazioni progettuali comuni una personalizzazione del costruito risulta visibile nello studio formale sviluppato per i fronti: pieni e vuoti, accosto di materiali diversi tra loro e colori alternati sono stati distribuiti in modo coerente, con il risultato di ottenere un impatto visivo coerente, non banale ed equilibrato.
In particolare l’uso del legno per il corrimano delle balconate e per alcuni accessori di completamento esterno è stato esaltato dell’accosto con materiali antitetici come la lamiera di alluminio ed elementi metallici che si ritrovano sia nei porticati sia nelle balconate.
Il paesaggio di insieme è completato dagli importanti spazi verdi che danno ulteriore vivacità è gradevolezza all’intero intervento [testo di Massimo Flaminio].


Edificio 7a_A,B e C

Milano, Rogoredo

Edifici per residenza convenzionata

Massimo Flaminio

Cooperativa Il Segno
dati generali
superfici per funzione
avanzamento lavori
fonti