Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Area riservata Registrati

/in primo piano

/archivio notizie

Concorrimi

Nuovo bando #concorrimi (47°) per nuova scuola innovativa a Segrate (MI)
16/12/2019

Il Comune di Segrate bandisce un concorso internazionale per la progettazione di una nuova scuola primaria e per il ridisegno degli spazi pubblici adiacenti situati a Segrate sulla piattaforma web a bando-tipo #concorrimi (47°) dell’Ordine Architetti Milano.

Ancora una volta il sistema #concorrimi si rivela strumento pratico e leva culturale fondamentale per riqualificare ampie porzioni di territorio – commentano dall’Ordine Architetti Milano. Nelle settimane in cui Fondazione Agnelli lancia l’allarme sullo stato – strutturale, anzitutto, ma anche sulla vetustà degli spazi in rapporto ai nuovi metodi educativi (basti pensare che l’età media degli edifici scolastici lombardi è di 55 anni) -, #concorrimi dà una risposta chiara di fattibilità: prima i 2 concorsi per altrettanti istituti scolastici a Milano di inizio dicembre, ora un nuovo bando per una scuola innovativa e NZEB, la cui realizzazione impatterà su una porzione molto ampia del territorio comunale”.

L’Amministrazione comunale avvia il percorso di rigenerazione di una vasta area pubblica presente all’interno del quartiere di Segrate Centro attraverso la promozione di questo concorso di progettazione. L’ambito interessato dal concorso è contraddistinto dalla forte frammentazione del paesaggio urbano che, nonostante la presenza di elementi architettonici significativi, ne compromette la qualità complessiva.

Il fulcro sul quale poggiare questo intervento è rappresentato dalla realizzazione di un plesso scolastico (nonché l’area destinata al nuovo mercato cittadino) NZEB (con individuazione obiettivi di certificazione LEED) caratterizzato da elevata qualità progettuale. Non solo qualità architettonica e ingegneristica, ma anche qualità dell’approccio pedagogico adottato per la definizione degli spazi destinati all’attività didattica e di socializzazione.

L’inserimento di questi due elementi deve essere sviluppato congiuntamente al progetto del verde e dei percorsi ciclo-pedonali di tutto l’ambito: oltre all’edificio scolastico occorre conferire unitarietà allo spazio aperto attraverso la riorganizzazione dei percorsi, delle piazze e delle aree verdi in modo che, nell’insieme, tutto l’ambito del concorso assuma una nuova caratterizzazione. L’area di intervento ha una superficie pari a circa 67.400 mq, e le demolizioni delle strutture esistenti saranno a cura e carico dell’Amministrazione comunale di Segrate.

La nuova scuola primaria dovrà essere dimensionata per contenere 5 sezioni, quindi 25 aule didattiche in grado di ospitare 25 alunni e il margine per ulteriori cinque posti per affrontare situazioni di emergenza. In aggiunta alle alule didattiche sono richieste altre 5 aule della dimensione delle precedenti che verranno impiegate per lo svolgimento di corsi e attività aperte alla cittadinanza).
Complessivamente la scuola potrà ospitare un massimo 750 alunni, considerando 30 alunni/sezione. La capienza massima è valutata in 1.800 persone.
Agli alunni si aggiungono 80 unità di personale docente e circa 20 unità di personale ausiliario (personale refezione scolastica, imprese pulizie, collaboratori).
La scuola dovrà essere dotata di refettorio (privo di cucina ma dotato di spazio per la preparazione/rinvenimento del cibo) di dimensione tale da poter erogare il servizio mensa (svolto in modalità self service su almeno due linee di erogazione) e in due turni.
Stante il numero di utenti e degli spazi necessari, il refettorio dovrà possedere un sistema di abbattimento del rumore in modo da creare un clima acustico confortevole.
Gli ambienti connettivi (corridoi e atri) devono avere caratteristiche tali da poter essere usati anche per attività didattiche o di approfondimento da svolgersi in piccoli gruppi.
A supporto dell’attività didattica dovranno essere previsti dei laboratori per attività artistiche scientifiche e per lo studio delle lingue straniere, per lo studio delle religioni e della musica. La struttura dovrà contenere una sala polifunzionale di 400 posti.

Il costo massimo dell'intervento da realizzare è fissato nell'importo di € 15.300.000,00 IVA inclusa. Importo massimo per le opere € 10.050.000,00 IVA esclusa.
Il vincitore del concorso riceverà un premio di € 55.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). Al concorrente risultato secondo classificato è riconosciuto un premio di € 8.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).
Al concorrente risultato terzo classificato è riconosciuto un premio di € 6.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).
Ciascuno dei successivi 2 (due) concorrenti riceverà un rimborso spese di € 3.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge).
Il corrispettivo programmato è pari a € 870.625,17 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge),

Il concorso è articolato in due gradi: il primo grado, in forma anonima, è finalizzato a selezionare le 5 (cinque) migliori proposte progettuali (scadenza 11 febbraio 2020).
Scadenza secondo grado 24 aprile 2020.

Info sul sito: www.segraterestartingcommunityspaces.concorrimi.it

#CONCORRIMI
Concorrimi è il primo sistema concorsuale telematico in Italia. Piattaforma web e sistema procedurale realizzato dall’Ordine Architetti Milano, concorrimi semplifica le procedure concorsuali nel segno della trasparenza, dell’anonimato, della partecipazione aperta, della certezza dei tempi e dei risultati, del risparmio economico e dell’immediatezza gestionale e logistica.
www.concorrimi.it

Condividi