Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Area riservata Registrati

/in primo piano

/archivio notizie

Milano che cambia

Cormano e la Fabbrica del Gioco e delle Arti
17/05/2011



Lo sviluppo del tessuto urbano di Cormano ha conosciuto negli Anni Cinquanta e Sessanta uno sviluppo rapidissimo a causa dell'aumento della popolazione residente che nel giro di venti anni passò da 5.000 a 20.000 abitanti.
Il territorio urbanizzato si è concentrato attorno al nucleo storico e all'antico quartiere Fornasè, localizzato qualche kilometro a nord : nel corso di questa crescita, in minima parte accompagnata e ragolata, i tessuti di Cormano si sono saldati a quelli dei comuni contermini.
Se negli Anni Ottanta e Novanta Cormano Nord si è ingrandito notevolmente con edifici prevalentemente di edilizia popolare (cooperative), i prossimi sviluppi, coerentemente con il PRG, intendono in qualche modo “saldare” il Fornasè con Cormano, formando una continuità di abitati, con relative strade, spazi a verde, piste ciclabili.


Le due zone maggiormente interessate sono quelle a sud di via 24 Maggio (Comparto C) e quella dell’ex cotonificio (PAS2).  Le aree sottoposte a Piano Attuativo Speciale sono Zone di espansione integrata C1 e comprendono aree a destinazione prevalentemente residenziale o terziaria cui è attribuito un ruolo funzionale e di immagine emergente in rapporto al contesto cittadino.  Contemplano interventi nei quali le funzioni residenziali si integrano con funzioni di carattere terziario (Direzionale, Commerciale, Ricettivo) e con funzioni di servizio. Nell'area PAS2 si sperimenta a Cormano uno dei  programmi di riqualificazione urbana di un'area precedentemente occupata dalle strutture dell'ex cotonificio e delle cartiere Sottrici Binda. A ridosso dell'edificato storico del centro, queste aree rappresentano l'occasione per il ridisegno del rapporto con il tracciato della ferrovia, intrapresa  sia dall'amministrazione comunale che dal gestore (LeNord) di questa infrastruttura - la realizzazione negli ultimi anni di una nuova stazione  in adiacenza al territorio di Cusano Milanino ne è testimone -. Il nuovo quartiere integra ad una quota maggioritaria di residenza (libera e convenzionata divisa in 7 palazzine) una serie di attività terziario-commerciali per la realizzazione totale di quasi 50mila metri cubi di nuove costruzioni. A margine sud ovest di questo intervento, il nuovo museo "La fabbrica del Gioco e delle Arti", occupa la struttura presistente del Cotonificio ceduta dall'operatore dell'intervento all'amministrazione comunale di Cormano, e concentra al suo interno una serie di servizi innovativi per tutto il Nord Milano: il Museo del Giocattolo, un teatro stabile e una piccola biblioteca.

Condividi
Aerofoto di Cormano Nord 2002: a sud le appendici della cittadina, a nord i limiti del quartiere Fornasé [fonte Google Earth] Aerofoto di Cormano Nord 2011: saturazione delle aree agricole e collegamento "edificato" del quartiere Fornasè a Cormano [fonte Google Earth]