Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Area riservata Registrati

/in primo piano

/archivio notizie

Normativa

425 volte Piano Città
23/10/2012

Presentati ad ANCI entro la scadenza del 5 ottobre 425 progetti di riqualificazione urbana in risposta al bando sul piano città.
Non è ancora noto l’elenco dei Comuni che hanno chiesto finanziamenti per progetti riferiti ad aree dismesse o quartieri a degrado edilizio-sociale, mentre è noto che si sfiora il miliardo di euro di opere da finaziare.

Alessandro Cattaneo, Sindaco di Pavia e vice Presidente vicario ANCI con delega al Patrimonio dichiara: “Concludiamo al meglio l’operazione Piano città, facendo emergere progetti coerenti con il bando iniziale. Dopodiché il Governo li finanzi in tempi brevi. Ci sono state date rassicurazioni su importanti coperture finanziarie, per uno strumento presentato come decisivo per il rilancio del paese”... “Questa esperienza che i Comuni stanno portando avanti da protagonisti – sottolinea Cattaneo – è un buon test per ANCI e rappresenta, anche come metodo, una buona pratica messa in campo che speriamo il governo intenda incrementare”.

Bilancio positivo dell’andamento del Piano città anche da Domenico Crocco, capo Dipartimento del Ministero Infrastrutture e Trasporti e presidente della Cabina di regia che dovrà esaminare i progetti. “Abbiamo avuto un eccellente riscontro da parte dei Comuni, con 425 proposte ricevute, tra cui 17 capoluoghi di Regione e ben 83 capoluoghi di provincia. Adesso dobbiamo allocare risorse per circa 2 miliardi di euro e potremo ovviamente accontentare solo una parte di questi Comuni”.
Obiettivo del Governo, aggiunge, è “quello di dare riscontro negli anni successivi recuperando a tutte le istanze ricevute”. Un’operazione che, conclude, sarà possibile realizzare “attingendo alle risorse UE che nell’ambito del nuovo ciclo di programmazione comunitaria arriveranno abbondanti in Italia”

Francesco de Agostini


DL 83/2012 sviluppo .PDF

DPR 3 agosto 2012 .PDF

Condividi