Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Area riservata Registrati

/Albo

MARGHERITA BIANCO

numero di matricola 6522
email arch.ma.bianco@gmail.com dati professionali >>

Nuovo complesso residenziale e ristrutturazione villa esistente

Anno 2005-2010

Committente TAO88 s.r.l. - Milano

Tipologia prevalente Edifici residenziali

Team di progetto Arch. Margherita Bianco Arch. Antonio Ricciardi

Luogo Bussero (MI)

Descrizione

L’intervento si colloca all’interno di un piano urbanistico realizzato nel Comune di Bussero (Milano), del quale fanno parte la "Residenza Leonardo", la “Residenza Magnolia” e la realizzazione di un'autorimessa interrata. "Residenza Leonardo" – via Leonardo da Vinci Il progetto del complesso residenziale “Leonardo” si inserisce nell’esistente compagine edilizia cercando di rispettare i caratteri morfologici e architettonici che la tradizione della zona ha consolidato. L’articolazione dei volumi rievoca la tipologia a corte ma, considerando la mole significativa dell’intervento, tale cortina è aperta a tutt’altezza sul fronte nord e per i primi due piani del fronte est che guarda sulla quinta architettonica recuperata nonché sulla villa adiacente. I nuovi edifici si configurano con tre piani fuori terra, di cui l'ultimo mansardato, verso il lato sud confinante con la zona a minore densità abitativa, e con cinque piani fuori terra per i fabbricati a nord lungo la via Leonardo da Vinci e relativi risvolti; i corpi trasversali, che chiudono a est e a ovest il complesso, hanno altezza variabile per raccordarsi con le due diverse altezze degli edifici lineari principali. L’intervento consta di 120 unità immobiliari di varie tipologie, servite da undici corpi scala con ingressi dal cortile interno, locali cantina di pertinenza e autorimesse nei due piani interrati. Tutti gli appartamenti sono dotati di caldaia a condensazione per il riscaldamento invernale e impianto di condizionamento per la climatizzazione estiva autonomi, collocati in apposite nicchie murarie sui balconi. E’ stata valorizzata la progettazione degli spazi aperti, mediante l'individuazione di aree a verde condominiale, giardini privati e terrazze ai piani superiori. Le facciate sono finite con intonaco civile tinteggiato color tortora e una fascia perimetrale, ai piedi dei fabbricati, rivestita con piastrelle in gres che ricorda il travertino; i corpi scala ne interrompono la continuità con un rivestimento in mattone a vista, coerentemente con la tradizione lombarda. A coronamento dei fabbricati, sono state previste importanti gronde sagomate in cemento tinto a colore bianco, così da caratterizzare l’architettura sottostante, accentuandone l’orizzontalità dell’insieme. "Residenza Magnolia” – via Leonardo da Vinci ang. via Milano L’impianto originario dell’edificio risale ai primissimi anni del ‘900, ampliato intorno agli anni ’40 per la realizzazione di un elemento connettivo tra la residenza e l’adiacente fabbricato industriale, del quale rimane traccia nel mantenimento di una quinta architettonica. L’intervento è stato finalizzato alla realizzazione di quattro appartamenti distribuiti sui quattro piani fuori terra; l’alloggio al piano terreno con cantina al piano interrato, in cui sono state mantenute le volte originarie in mattoni, si affaccia su un giardino privato mentre gli altri tre, ai piani superiori, dispongono di ampi balconi. Il progetto di ristrutturazione è rimasto all’interno della sagoma esistente ma ha modificato le facciate e la copertura pur mantenendosi fedele ai caratteri stilistici esistenti nelle forme e nei materiali; infatti gli elementi architettonici in aggiunta all’esistente, i due terrazzini sul fronte est, il recupero del sottotetto e il volume del vano scale/ascensore, che “completa” la porzione degli ultimi due piani sul lato ovest, sono in continuità con la composizione dei prospetti. Le facciate sono finite con intonaco tinteggiato color giallo e grigio chiaro che differenziano, con le loro tonalità e cromie, le fasce, le cornici e gli elementi di ornato esistenti e di progetto. La residenza è circondata da una vasta area sistemata a verde che vanta la presenza di alberi secolari, tra cui una splendida magnolia. "Box interrati area sportiva" - via Generale Dalla Chiesa / via Carabinieri Caduti Per sopperire alla carenza di box pertinenziali del contesto urbanizzato, limitrofo alla zona delle attrezzature sportive pubbliche, sono stati realizzati 86 box in diritto di sottosuolo, la cui costruzione è terminata nell'ottobre 2010. Il progetto verrà completato dall’Amministrazione comunale con una sistemazione a verde e percorsi pedonali di collegamento fra le strutture dell’Auditorium e del Centro sportivo polifunzionale, il parcheggio pubblico e le autorimesse private nel sottosuolo.

/società tra professionisti


/consulta l'albo

/ricerca avanzata

(*) Elenco speciale dei docenti universitari a tempo pieno, previsto dalla Legge n. 382/1980 s.m.i.