Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Area riservata Registrati

/Premio Neolaureati

 


Il Premio Neolaureati, istituito dall’Ordine degli Architetti PPC di Milano nel 2003, intende mettere in contatto gli autori delle più meritevoli tesi di laurea sostenute al Politecnico di Milano con la realtà culturale e professionale del design e dell’architettura, della pianificazione, del paesaggio e della conservazione.
La partecipazione al Premio avviene su segnalazione da parte dei rappresentanti delegati dell’Ordine presso le Commissioni di Laurea del Politecnico.  

I vincitori sono autori delle migliori testi di laurea in architettura, design e pianificazione discusse al Politecnico di Milano.  

Per l'edizione del 2020, vengono assegnati tre premi ai migliori elaborati e menzioni speciali agli autori di tesi meritevoli. Le tesi partecipanti all'edizione 2020 sono state 74, 126 gli allievi del Politecnico di Milano. 


L’edizione 2020 è sostenuta dall'Associazione Culturale Giappone ADF-Aoyama Design Forum.
 

 

  • 1° Premio: 1.000,00 € + 4 libri selezionati da Fondazione OAMI
  • 2° Premio: 500,00 € + 3 libri selezionati da Fondazione OAMI
  • 3° Premio: 250,00 € + 2 libri selezionati da Fondazione OAMI 

 

Menzioni speciali
Gli autori delle tesi menzionate riceveranno in regalo una selezione dei libri editi da Fondazione OAMI.

Giuria 2020:
Antonella Boisi, giornalista, Mondadori
Alberto Bortolotti, consigliere Ordine Architetti Milano
Francesca Frassoldati, docente al Politecnico di Torino
Davide Frattini Frilli, architetto e designer
Yukio Ishiyama, presidente di Garde Italia

 

Vincitore dell'edizione 2020.
Marco Rizzo, autore della tesi “Simbiosi architettonica/necessità monumentale: Superclub+. Storia e interpretazione del Club contemporaneo attraverso l'ibridazione funzionale: Retrofitting del/' Ex Cinema Alpi a Milano" è stato proclamato vincitore del Premio.

La tesi di Marco Rizzo è stato premiata, secondo le motivazione della giuria, "per la complessità del progetto e la capacità di sintesi tra rapporto con l'esistente e integrazione di nuove funzioni" .

Dall'abstract della tesi: "La tesi esplora parallelamente l'evoluzione di un di-chiarato contesto storico, sociale e architettonico legato al mondo del Club e del Clubbing, convergen-do in un'ipotesi progettuale concreta con uno specifi-co progetto di retrofitting architettonico. Il tema del Club è stato recentemente oggetto di crescente atten-zione di critici, sociologi e architetti, testimonianza nu-merose mostre e pubblicazioni, dalla Biennale di Ve-nezia 2014 al Vitra Museum di Basilea nel 2018, defi-nendo il Club come barometro della società contem-poranea. La risposta architettonica discendente meta-bolizza e considera il background delle informazioni raccolte nella fase di ricerca, e si sviluppa quindi tra-sversalmente tra i temi compositivi tangenti al riuso ar-chitettonico e l'ibrido funzionale, per mezzo di una strategia architettonica di simbiosi parassitaria. I club e i locali notturni, oggi decimati in numero per cause che vanno dai mutamenti tecnologici a quelli sociali ed economici, hanno tradizionalmente ricoperto un ruolo marginale da parte della critica, come luoghi popolati da giovani e denigrati dai media."

La notizia con tutti i risultati dell'edizione 2020 è visibile qui.


***
I vincitori delle scorse edizioni:

EDIZIONE 2019

Vincitore Giovanni Gualdrini con la tesi Sewing Ahmedabad’s Wounds - Design experimentation in a context of cultural division.

Giuria 2019:
Alessandro Alì, architetto Ubistudio e professore al Politecnico di Milano
Cristina Alinovi, architetto e Responsabile settore Urbanistica e territorio, Centro Studi PIM
Walter Mariotti, Direttore editoriale di Domus
Stefano Poli, architetto e professore al Politecnico di Milano
Marialisa Santi, consigliere Ordine e Fondazione Ordine Architetti PPC Provincia Milano

EDIZIONE 2018
Vincitori Sofia Paoli, Beatrice Maria Rogantini Picco e Simone Marchetti con la tesi Last Landscape – a park cemetery in the Farini railway yard

Giuria 2018:
Luisa Bocchietto, Presidente World Design Organization
Yukio Ishiyama, Presidente GARDE Italia
Enrico Molteni, architetto
Paola Nicolin, editor-at-large Domus
Alessandro Trivelli, consigliere Ordine e Fondazione Ordine Architetti PPC Provincia Milano

 

EDIZIONE 2017 
Vincitori Maria Vittoria Monaco Riccardo Miccoli con la tesi Convivium, nuovi spazi di socialità per il carcere di Verziano.

Giuria 2017:
Alessandro Trivelli, consigliere Ordine Architetti Milano
Giulia Setti, Politecnico di Milano
Enrico Scaramellini, architetto
Silvia Botti, direttrice di Abitare
Franco Raggi, architetto


 

EDIZIONE 2016
Vincitori Valeria Chiozzi e Tommaso Latini con la tesi Il Borgo di Toiano. Rigenerazione di un paesaggio agricolo: turismo sostenibile e produzione vinicola.

Giuria 2016:
Paolo Brambilla, consigliere Ordine Architetti Milano
Donatella Bollani, vice direttore Domus
Laura Montedoro, docente Politecnico Milano
Monica Margarido, architetto  
Stefano Tropea, consigliere Ordine Architetti Milano


 

 

EDIZIONE 2015
Vincitore Davide Vernocchi con la tesi Manhattanville Urban Campus.

Giuria 2015:
Paolo Danelli, architetto
Paola Pierotti, giornalista   
Gennaro Postiglione, Politecnico di Milano
Franco Raggi, vicepresidente Ordine Architetti Milano
Nunzio Sciveres, architetto

 


/contatti

ORDINE ARCHITETTI P.P.C.
DELLA PROVINCIA DI MILANO

PREMIO NEOLAUREATI
SEGRETERIA DEL PREMIO

FONDAZIONE ORDINE ARCHITETTI MILANO

Tel. +39 02 62534.356
premioneolaureati@ordinearchitetti.mi.it