Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Area riservata Registrati

/Sportelli di consulenza gratuita

1
2

Comune di Milano - PGT: Regolamento edilizio a Milano

Quesito 105 (dicembre 2018)
Oggetto: Licenza occupazione e SLP
Una licenza di occupazione datata 30 settembre 1936 nella quale sono elencati tutti i locali dello stabile residenziale, con specificata la destinazione d’uso degli stessi, tra cui un seminterrato ad uso magazzino, oggetto del nostro intervento, dimostra l’esistenza di SLP per questo seminterrato?

Quesito 112 (giugno 2019)
Oggetto: I soppalchi realizzati ex articolo 99.8 del Regolamento Edilizio dai sensi del nuovo PGT adottato
Si chiede se, in forza del nuovo PGT adottato, i soppalchi realizzati ex articolo 99.8 del Regolamento Edilizio debbano essere o meno computati nel calcolo della Superficie Lorda.

Quesito 113 (giugno 2019)
Oggetto: Facciata di un edificio più performante dal punto di vista energetico con l’inserimento di un frangisole
La questione riguarda un edificio, posizionato su marciapiede pubblico largo circa 250 cm, su cui si prevede di intervenire sostituendo l’involucro con una facciata più performante dal punto di vista energetico attraverso l’inserimento di un frangisole aggettante 50 cm rispetto al filo esterno di facciata. Viene chiesto di rispondere ai seguenti quesiti: - a che altezza dal marciapiede è possibile realizzare il frangisole e - se è possibile derogare alle prescrizioni di cui all'articolo 92 del R.E. di Milano.

Quesito 122 (gennaio 2020)
Oggetto: Regolamento Edilizio e PGT
L’ufficio tecnico competente può, infatti, assumere una determinazione negativa nell’ambito del procedimento istruttorio preliminare previsto dall’art. 40 del Regolamento Edilizio senza sottoporre la pratica alla Commissione per il Paesaggio e ciò quando, già da tale esame, emergono profili di evidente non conformità del progetto rispetto alle previsioni urbanistico-edilizie applicabili (per esempio l’evidente superamento dell’indice massimo edificatorio fissato dal piano).

Quesito 24 (marzo 2015)
Oggetto: Cambio d'uso da commerciale a residenziale
Sto affrontando un progetto che prevede un cambio d'uso da commerciale a residenziale per un locale con accesso da cortile condominiale. Il volume oggetto di intervento è al piano terreno e si sviluppa al di sopra di un piano interrato ad uso autorimessa. Esiste un riferimento specifico per la quota pavimento della nuova abitazione? (Ritengo che l'articolo 3.2.6 del R.I. , riguardando nello specifico costruzioni dirette su intercapedini o vespai, non sia applicabile)

Quesito 38 (giugno 2015)
Oggetto: Cial al Comune di Milano per opere interne di manutenzione straordinaria
Ho presentato una Cial al Comune di Milano per opere interne di manutenzione straordinaria in un’unità immobiliare composta da un appartamento all'ultimo piano e un sovrastante sottotetto s.p.p. collegato con scala interna. Il sottotetto s.p.p. era costituito da un unico locale e presentava altezza interna di cm 239, quindi non abitabile, né recuperabile a fini abitativi. L'intervento illustrato nella Cial, per quanto riguarda il piano sottotetto s.p.p., prevedeva la divisione con tramezzi in quattro locali diversi, sempre con destinazione sottotetto s.p.p.. Il Comune ha contestato il fatto che tre di questi locali avessero rapporti aeroilluminanti "regolamentari" ovvero superiori ad un decimo. Suppongo, anche se la notifica del Comune non esplicita nessun richiamo alla normativa, che il Responsabile del Procedimento si riferisca gli artt. 74 comma e) e 90 comma 2 del R.E. che prescrivono che i sottotetti s.p.p. non possano avere r.a.i. superiori ad un quindicesimo della superficie utile. I dati che mi sembrano però assolutamente centrali sono i seguenti: a) anche prima delle opere oggetto della Cial il sottotetto s.p.p. godeva di rapporti aeroilluminanti superiori a 1/15 della superficie; b) il sottotetto s.p.p. era esistente al momento dell'entrata in vigore del nuovo R.E. (l'edificio è degli anni ottanta); c) l'altezza interna è comunque superiore a quella massima prescritta attualmente dagli artt. 74 e 90 del R.E., ovvero cm 239 contro i cm 235 indicati. Da cui i quesiti: 1. Gli artt. 74 e 90 del R.E. possono applicarsi anche a sottotetti s.p.p. esistenti al momento dell'entrata in vigore del Regolamento stesso, allorché venga semplicemente modificata la distribuzione interna? 2. Se in ogni caso in un sottotetto s.p.p. esistente è impossibile ottenere rapporti aeroilluminanti inferiori a 1/15 e altezza interna inferiore a cm 235, come ci si comporta? Si può solo decidere di non eseguire alcun intervento? 3. Può in estrema ratio il Comune di Milano chiedere la riduzione dei r.a.i tramite la chiusura parziale delle aperture o l'abbassamento del soffitto interno? Oppure addirittura obbligare il cittadino a chiedere il recupero abitativo del sottotetto stesso?

Quesito 54 (maggio 2016)
Oggetto: Calcolo superficie minima monolocale
Ai fini del raggiungimento della superficie minima di 28 mq richiesta per un'unità abitativa è possibile conteggiare la superficie del soppalco realizzato secondo quanto dettato dall'art. 99 del nuovo R.E. del Comune di Milano? È altresì possibile conteggiare la superficie della scala di accesso al medesimo soppalco?

Quesito 58 (settembre 2016)
Oggetto: Scala interna unità immobiliare
L'articolo 89 del Regolamento Edilizio del Comune di Milano trova applicazione i anche per la scala interna dell'unità immobiliare?

Quesito 60 (novembre 2016)
Oggetto: Calcolo SLP esistente ai fini dell’applicazione art.140 RE del Comune di Milano
Calcolo SLP esistente ai fini dell’applicazione art.140 RE del Comune di Milano – INCENTIVI PER EDIFICI ESISTENTI E REQUISITI DI ACCESSO- Nel calcolo della SLP esistente deve essere calcolata anche quella del sottotetto recuperato ai fini abitativi in forza della facoltà prevista dalla legge?

Quesito 82 (gennaio 2018)
Oggetto: Sporto di gronda della copertura
Viene chiesto se a Milano sia lecito prevedere che lo sporto di gronda della copertura sia posto in corrispondenza del confine di proprietà.

/contatti

ORDINE ARCHITETTI P.P.C.
DELLA PROVINCIA DI MILANO

SPORTELLI DI CONSULENZA
PRENOTAZIONE APPUNTAMENTI

Lunedi-Venerdì
dalle 9:00 alle 13:00
dalle 14:30 alle 16:00

INCARICHI

Caterina Rodolico
Tel +39 02 62534.251

ASSICURAZIONI
DIRITTO AMMINISTRATIVO
DIRITTO CIVILE
FISCO
MANAGEMENT

Federica Gallo
Tel. +39 02 62534.355